Cos’è Non una di meno?

Che cos’è Non una di meno? Un movimento politico Come è organizzato? E’ una rete composta da nodi. Ogni assemblea cittadina costituisce un nodo della rete. Le assemblee cittadine sono composte da associazioni, collettivi, e singole persone Come si fa a partecipare alle decisioni? Andando alle assemblee e argomentando il proprio punto di vista Ma … Continua a leggere Cos’è Non una di meno?

LOTTO marzo. Gli 8 punti dello sciopero per marciare insieme. Con chi li condivide

Le donne sono soggetti politici, ma lo sono a partire da presupposti diversi, a volte antagonisti e a volte convergenti. Per questo non mi è chiaro a chi siano rivolte le domande di Barbara Stefanelli, che nel suo editoriale del 2 marzo su la 27maora chiede alle donne se sapranno continuare a marciare insieme per … Continua a leggere LOTTO marzo. Gli 8 punti dello sciopero per marciare insieme. Con chi li condivide

Mi candido per un Ordine di giornalisti e gionaliste – Altro e possibile

"Formazione, deontologia, retribuzioni". A questo serve l'Ordine dei giornalisti, che il prossimo 19/20 maggio rinnova i propri organi direttivi: consiglio nazionale e regionali. Sono candidata come pubblicista con la lista Un Altro Ordine possibile, insieme a tante donne (quasi la metà delle candidature), tra cui molte già conosciute in percorsi di femminismo. "Formazione, deontologia, retribuzione" … Continua a leggere Mi candido per un Ordine di giornalisti e gionaliste – Altro e possibile

Corpo e ruolo sociale: che c’entra?

I ruoli sociali agiscono sui e attraverso i corpi e non a prescindere dai corpi. Ruoli che possono anche voler dire oppressione e discriminazione. Se i ruoli passano attraverso il corpo per essere concreti e agenti, allora cambiando il mio corpo influisco anche sul ruolo sociale. I corpi rivoluzionati sono sempre corpi rivoluzionari. Questo in … Continua a leggere Corpo e ruolo sociale: che c’entra?

Radura estemporanea

A quest'ora, al piano di sopra, qualcuno si esercita al pianoforte. Esita, sospende, poi si tuffa. Le note sgocciolano giù per i muri, colano lungo i corridoi del pensiero, formano una pozza limpida nella mente e attorno può crescervi una radura estemporanea.